Incidente sulle piste da sci: trauma spinale per un bimbo di 9 anni

Il piccolo, originario di Colle Umberto, è rimasto coinvolto in un grave scontro sulla neve durante il weekend in Piancavallo. Ricoverato d'urgenza all'ospedale di Udine

Domenica di grande lavoro per gli uomini del Suem 118 chiamati a soccorrere numerose persone sulle piste da sci. Uno degli incidenti più gravi avvenuti nel weekend ha coinvolto purtroppo un bambino trevigiano di soli 8 anni, residente a Colle Umberto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incidente è avvenuto alle ore 11.15 sulla pista Tublat, in Piancavallo, località letteralmente presa d'assalto durante il fine settimana appena trascorso. Il bimbo trevigiano di 8 anni stava sciando insieme al papà quando si è scontrato all'improvviso con un altro sciatore. L'impatto è stato molto violento ma per fortuna il piccolo era equipaggiato nel migliore dei modi con anche il casco allacciato in testa. Nella caduta però il bimbo ha riportato un serio trauma spinale. Medicato sul posto dalla guardia medica, a causa dei forti dolori alla schiena, è stato ricoverato in elisoccorso all'ospedale di Udine dov'è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso. Le sue condizioni, al momento sarebbero in leggero miglioramento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Madre di un figlio di 11 anni muore dopo una lunga malattia

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento