Tremendo schianto all'alba tra auto e furgone, un morto

Incidente poco dopo le 6 a Cessalto, in via Calnova, all'angolo con via Callunga. La Peugeot 308 su cui viaggiava la vittima, un 63enne croato, Middehet Sehic residente a Zoppola, è finito in un fossato. Intervengono Suem e vigili del fuoco ma per l'automobilista non c'è stato nulla da fare

CESSALTO Un uomo, Middeht Sehic, autotrasportare croato di 63 anni, residente a Zoppola (Pordenone), è morto in un tragico incidente stradale avvenuto all'alba di oggi, alle 6 circa, a Cessalto, in via Calnova, in direzione di Motta, all'angolo con via Callunga. A scontrarsi un'auto, una Peugeot 308, ed un autocarro Renault: il primo veicolo, quello su cui viaggiava la vittima, è finito fuori strada, in un fossato che costeggia la strada. Sul posto sono intervenute le ambulanze del Suem 118 e i vigili del fuoco che purtroppo non hanno potuto far altro che estrarre il corpo senza vita dell'automobilista, incastrato nell'abicolo del mezzo. Ferito anche il conducente del furgone, un uomo di 45 anni residente nelle Marche ma originario di Palermo. Il traffico in zona ha subito pesanti rallentamenti. A svolgere i rilievi di legge sull'incidente sono stati i carabinieri di Ponte di Piave.

Secondo una prima ricostruzione da parte dei militari l'auto del balcanico proveniva da via Callunga e ha imboccato via Calnova dove sopraggiungeva, in direzione di Motta di Livenza, l'autocarro. Lo scontro tra i due mezzi è stato inevitabile. Inutile ogni tentativo di evitare l'impatto, violentissimo. Per il 63enne non c'è stato nulla da fare.

IMG_7921-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

Torna su
TrevisoToday è in caricamento