Tragico incidente a Cinto Caomaggiore: l'auto finisce fuori strada, perde la vita dj Fabio T

Il 34enne Fabio Tasca all'improvviso è sbandato e si è schiantato poco prima delle 5 di domenica. Inutili i soccorsi. La notizia si è subito sparsa al confine tra Veneto e Friuli

CINTO CAOMAGGIORE Sabato sera aveva partecipato come dj al Sexto Vintage. Poi la tragedia, al ritorno a casa. E' morto a 34 anni il disk jokey Fabio Tasca, molto conosciuto nelle zone a cavallo tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. La vittima si trovava al volante della sua auto poco prima delle 5 di domenica quando, per cause al vaglio dei carabinieri, è uscito di strada e si è schiantato contro un platano in via Portogruaro. Non lontano dalla propria abitazione.

Troppo gravi i traumi riportati: l'intervento dei sanitari del 118 si è rivelato inutile. Sul posto i militari dell'Arma, impegnati nel ricostruire le cause della sbandata poi rivelatasi fatale. La notizia dell'accaduto si è allargata a macchia d'olio tra Cinto Caomaggiore e Sesto al Reghena, dove Fabio Tasca era molto conosciuto e ben voluto. Non solo per le sue doti alla consolle, ma anche per le sue qualità umane.

L'intero paese si sta stringendo ai famigliari della vittima, chiusi nel loro dolore. Il 34enne, noto come dj Fabio T, aveva frequentato l'Itis Leonardo da Vinci di Portogruaro, per poi iscriversi all'università Ca' Foscari di Venezia. "Non ti ho mai ringraziato abbastanza della tua generosità e del tuo buon cuore. Eri sempre presente ogni volta che ne avevo bisogno. Grazie Fabio. Il nostro dj, il nostro tuttofare", scrive un'amica sul suo profilo Facebook. Ma l'elenco di addii e messaggi di cordoglio si allunga di minuto in minuto, a dimostrazione del vuoto che ha lasciato Fabio Tasca in quanti lo conoscevano: "Ti ricorderemo per sempre", oppure "resterai per sempre un grande", si sottolinea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento