Incidente in Valsugana: morto il centauro trevigiano Gianni Zordan

Lungo la Ss 47, per cause ancora da accertare, un 49enne di Loria ha perso il controllo della moto e si è schiantato contro il guard-rail

Gianni Zordan

LORIA - Non c'è stato scampo domenica pomeriggio per un centauro 49enne di Loria, schiantatosi con la sua moto a Cassola, nel vicentino. Gianni Zordan, operaio in un biscottificio a Galliera Veneta, ha perso improvvisamente il controllo della sua Yamaha lungo la SS Valsugana e si è scontrato inesorabilmente contro il guard-rail. La moto è finita in mille pezzi. Inutili i soccorsi del Suem 118, arrivati immediatamente sul posto, poco prima delle 18.

Zordan stava viaggiando in direzione Trento lungo la strada statale 47, tra Romano d'Ezzellino e Cassola, quando dopo aver superato una Citroen C3 ha perso per cause ancora ignote il controllo della sua motocicletta finendo diritto contro la barriera separatrice tra le due corsie di marcia. Un impatto talmente violento da distruggere il mezzo e lasciare esanime a terra il 49enne. Purtroppo per l'uomo la morte è arrivata sul colpo e non c'è stato nulla da fare, ma fortunatamente nessun altro è rimasto ferito nell'incidente. Sul luogo dello schianto è poi giunta la polstrada di Bassano del Grappa per i rilievi di rito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gravi comunque anche le ripercussioni sul traffico. L’Anas infatti ha dovuto chiudere il tratto della Valsugana in direzione nord, dal km 46 al km 49, tra le località di Bassano del Grappa e Solagna, in provincia di Vicenza. Il personale dell’Anas è stato in ogni caso presente sul posto fin da subito per ripristinare la circolazione il prima possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

Torna su
TrevisoToday è in caricamento