Insegnante picchiato dopo il rimprovero allo studente, interviene la Regione

Assessore all'istruzione Elena Donazzan: "Egregio professore Falsone sappia che la regione le è vicina, restituiamo autorevolezza ai docenti"

PAESE Questo il testo della lettera che l’assessore all’istruzione della Regione Veneto ha inviato al professor Giuseppe Falsone, insegnante di Casteller di Paese, minacciato e picchiato dai familiari dell’alunno che aveva rimproverato. Ora l’insegnante è sotto indagine e oggetto di un procedimento disciplinare da parte della dirigente scolastica.

“Egregio professore Falsone,

Desidero esprimerle la mia vicinanza e solidarietà. Oggigiorno è sempre più difficile essere un insegnante, sottoposti come siete a mille condizionamenti formali, burocratici, impegnati a dover fare i conti con famiglie sempre più fragili o invadenti. Quello che le è capitato, tuttavia trascende ogni limite e ogni possibile giustificazione e per questo, senza nessuna volontà di approfondire un fatto che non meriterebbe alcun approfondimento perché oggettivamente da condannare, le voglio rappresentare la vicinanza mia e della Regione del Veneto, di cui sono assessore all’Istruzione. Capisco la sua amarezza –afferma l'assessore all'istruzione Elena Donazzan -  non solo per l’atto lesivo di cui è stato vittima, più duro da accettare sotto l’aspetto della umiliazione morale che del dolore fisico, ma soprattutto per essere ora sottoposto a verifiche interne alla scuola. Lei, giustamente, si sarebbe aspettato una presa di posizione e di solidarietà nei suoi confronti  ’senza se e senza ma’, anche perché lo studente i cui genitori si sono permessi di aggredirla fisicamente, appare un soggetto il cui normale comportamento risulta essere al di fuori delle regole della scuola”.

“Dobbiamo tornare a dare forza e autorevolezza agli insegnanti e alla scuola, in una società le cui agenzie educative, in primis la famiglia, stanno mostrando debolezza, limiti, inadeguatezza nei confronti di una mondo sempre più aggressivo, relativista e disordinato – è l’appello dell’assessore -  Dobbiamo rimettere in ordine i principi, a partire dai doveri, dal rispetto delle regole e dei ruoli. Dobbiamo ripristinare i ruoli sociali, perché altrimenti chi sta fuori dalle regole imporrà le proprie a forza di atti di violenza come accaduto a lei, a troppi altri colleghi o, ieri, a quell’anziano in provincia di Pistoia ieri”. 

“La saluto cordialmente e sappia – conclude - che molte persone perbene le sono vicine”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • E la Magistratura non ravvede ipotesi di reato?

  • Avatar anonimo di roberto
    roberto

    Beh, ora che la regione di dichiara "vicina" all'insegnante, che si piò credere di più! Chissà quanto il docente si possa sentire orgoglioso, sicuro, protetto,gratificato dopo questa bella ...letterina.

  • Cari scrittori sono il genitore del bambino che come voi dite (e stato rimproverato) per voi spintonare dalla schiena un bambino di 12 anni fino a che il bambino si è fatto la pipí sotto e che stringe il sedere per non farsi la cacca addosso per la paura! Questo lo chiamate rimprovero dal professore? Falsone. A voi la decisione

    • Avatar anonimo di Simon_H
      Simon_H

      caro genitore, allora ha ragione! L'insegnante andava picchiato non solo da lei e da suo figlio, ma anche da tutto il parentado che gira in macchine di lusso senza un reddito accertato e che diffonde in tutto Paese intimidazioni. Bravi! E pure pubblicate anche un post ... bisognerebbe che i lettori facessero il collegamento tra questo fatto e altri articoli che vi riguardano ... 

Notizie di oggi

  • Video

    Comuni contro lo Stato: "Rivogliamo 50 milioni di euro"

  • Cronaca

    Traffico di metadone con un ricettario rubato, 28enne denunciato

  • Cronaca

    Automobilista aggredito a sputi e pugni, aggressione con giallo a Preganziol

  • Cronaca

    Era tutto pronto per convolare a nozze, ma un litigo alla vigilia fa saltare tutta la festa

I più letti della settimana

  • Arriva il Giro d'Italia: la guida con orari, tragitti e divieti

  • Esce di strada e si schianta contro un ponticello in cemento: muore 30enne

  • Tremendo schianto tra due auto a Volpago del Montello, tre feriti

  • Tumore ai polmoni, studente universitario muore a 21 anni

  • Tragedia a Farra di Soligo: travolto da un trattore, muore 42enne

  • La malattia se la porta via a 40 anni: Monastier dice addio ad Anna, anima di Tucogiò

Torna su
TrevisoToday è in caricamento