Evasione fiscale: ex coniugi ai domiciliari interrogati dal gip

Sentiti dal gip di Treviso l'imprenditore, membro della giunta di Unindustria Treviso, e la ex moglie, agli arresti domiciliari per reati fiscali

È stato sentito ieri per rogatoria dal gip di Treviso Silvio Maras l’imprenditore, membro della giunta di Unindustria Treviso, arrestato nei giorni scorsi per reati fiscali. Con lui è stata interrogata anche la ex moglie, ai domiciliari con la stessa accusa.

I due sono stati fermati nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Bassano del Grappa (Vicenza).

Lui, 39 anni, è titolare di un’azienda di Maserada sul Piave; lei, 38 anni, di una società di Altivole. L’accusa, per entrambi, è di non aver versato al fisco diversi milioni di euro, attraverso il ricorso a finte società che emettevano fatture per prestazioni o forniture mai effettuate.

In seguito all’arresto il trentanovenne ha rassegnato le proprie dimissioni sia dalla giunta di Unindustria Treviso sia da amministratore delegato della propria azienda.

L’esito degli interrogatori di ieri sarà trasmesso alla magistratura vicentina, che deciderà se confermare o meno la misura restrittiva degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

Torna su
TrevisoToday è in caricamento