Lezioni di guida a luci rosse, interrogato l'istruttore di Castelcucco

W.C., il 48enne istruttore di guida accusato di molestie sessuali nei confronti di 18 allieve, è stato sentito dal gip domenica mattina. L'uomo ha respinto la versione data dalle vittime

Si è presentato davanti al gip Elena Rossi domenica mattina, W.C., il 48 enne di Castelcucco accusato di aver molestato sessualmente 18 allieve durante le lezioni di guida.

L'uomo, dipendente del Comune di Castelcucco e istruttore di guida a chiamata presso una scuola, ha rilasciato al giudice una versione diversa da quella delle vittime e da quella ricostruita dagli inquirenti, contestando l'episodio più grave, quello del bacio alla diciottenne che ha sporto denuncia, e ridimensionando l'altro caso, quello della richiesta di un massaggio erotico.

L'avvocato Italo Albanese, che assiste il 48enne, ha chiesto formalmente la revoca della misura cautelare, per ottenere la quale il suo cliente ha anche rinunciato al lavoro alla scuola guida.

W.C. continuerà a fare l'autista di scuolabus per il Comune, ma non terrà più lezioni di guida. Le dimissioni dalla scuola cancellano la possibilità di reiterazione del reato che ha fatto propendere per gli arresti domiciliari.

L'ultima parola spetta però al gip che, attendendo il parere del pm Gabriella Cama e l'esito di alcuni accertamenti, si è riservata la decisione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Ucciso in un mese da una malattia incurabile, papà di due figli muore a 47 anni

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Tumore incurabile, odontoiatra perde la vita a soli 55 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento