Istrana sotto assedio dei ladri, nella notte colpiti: canonica, asilo, oratorio ed elementari

Un vero e proprio raid mirato che ha fruttato almeno 3.400 euro e sette computer portatili. Dopo le denunce di preside e parroco, sul fatto indagano ora i carabinieri

Un vero e proprio raid mirato messo a segno in poche ore con i favori della notte. Questo quanto accaduto nelle scorse ore a Istrana dove i ladri hanno colpito in sequenza: la canonica, l'oratorio, l'asilo e la scuola primaria "Pezzani". Per prima cosa, i malviventi hanno scassinato le porte d'ingresso degli edifici siti in via Storti, trafugando complessivamente circa 1.400 euro; mentre successivamente sono penetrati all'interno della scuola elementare di via Santa Bertilla da cui sono scomparsi ben 7 pc portatili e almeno 2mila euro. Fortunatamente i danni verranno coperti dall'assicurazione, ma l'amaro in bocca rimane, soprattutto per un gesto vile effettuato giusto sotto Natale. In ogni caso, a seguito delle denunce sporte sia dal 54enne parroco Don Fabio Barocco che dal 64enne preside Gianmichele Costa, i carabinieri di Istrana indagano ora sul caso dopo aver informato l'Autorità giudiziaria di competenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento