Istrana, telecamere sui dipendenti: anche sui quattro in nero

Denunciata una 32enne di Paese, secondo gli inquirenti, la prestanome di un'azienda produttrice di abbigliamento. All'interno lavoravano 50 dipendenti cinesi

Teneva sotto controllo i propri dipendenti per mezzo di telecamere, anche i quattro in nero. A seguito di un controllo dei carabineiri all'interno dell'azienda di abbigliamento a Pezzan di Istrana sono emerse irregolarità, tra cui abusi edilizi. Denunciati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina una 32enne di Paese, titolare delle ditta ma di fatto la prestanome, e il proprietario “vero”, cinese di 41 anni.

Le immagini catturate dalle telecamere, posizionate all'esterno della ditta e sulla zona produttiva venivano poi trasmesse in un'ufficio. L'azienda è di grosse dimensioni, lavoravano infatti 50 dipendenti di nazionalità cinese. L'azienda è stata sanzionata con 9.700 euro, a cui si aggiungono le multe per abuso edilizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento