Dramma nel pomeriggio a Jesolo, si uccide avvocato trevigiano

Francesco Mazzoli aveva 59 anni. L'episodio in un residence di viale Oriente. Il legale si sarebbe tolto la vita rivolgendo verso di sé una pistola. Inutile l'intervento dei sanitari, indaga la polizia

JESOLO Il colpo è stato udito anche da altri residenti del palazzo, che poi hanno lanciato l'allarme alle forze dell'ordine. Dramma nel pomeriggio di lunedì in una palazzina situata in viale Oriente a Jesolo Lido, quando Francesco Mazzoli, avvocato trevigiano di 59 anni, per cause ancora al vaglio degli agenti del commissariato locale, si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola.

Inutile l'intervento dei sanitari del 118, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo. I rilievi sono durati a lungo, per cristallizzare la situazione nella stanza dove si è verificato il gesto estremo e per escludere la possibile presenza di altre persone al momento dello sparo. Mazzoli, civilista dalla grande esperienza, lavorava con altri colleghi in uno studio in zona Fonderia a Treviso; grande appassionato di vela (possedeva una barca ormeggiata a Cortellazzo) era uno skipper molto apprezzato. Probabilmente a spingerlo al tragico gesto un male incurabile che gli era stato di recente diagnosticato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento