I vandali saccheggiano il cimitero: nella notte rubati i fiori dalle lapidi

Un gesto tanto meschino quanto inaspettato. Nella notte tra giovedì e venerdì un gruppo di ignoti saccheggiatori ha fatto irruzione nel campo santo, deturpando molte lapidi

VITTORIO VENETO Sono rimasti letteralmente senza parole i familiari di diversi defunti che, nella mattinata di venerdì, si erano recati in visita ai loro cari nel cimitero di Sant'Andrea a Vittorio Veneto. I fiori che avevano lasciato sulle lapidi poche ore prima, erano stati saccheggiati nella notte da un gruppo di ignoti vandali che si è divertito a mettere in atto un gesto a dir poco becero.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", nella notte tra giovedì e venerdì sono spariti dal campo santo decine di mazzi di fiori appena sistemati, vasetti con piccole piante e addirittura numerosi fiori finti. Il tutto senza apparente motivo ma solo per una bravata messa in piedi da un gruppo di vandali la cui identità resta al momento sconosiuta. Non è la prima volta che episodi del genere avvengono nel campo santo di Vittorio Veneto. Alcuni mesi fa erano state scassinate due cappelle di famiglia e in una di esse gli ignoti ladri avevano trafugato alcuni preziosi arredi. Ancor più recente il gesto barbarico di imbrattare diverse lapidi del cimitero con delle bombolette spray. In entrambi i casi i responsabili sono rimasti impuniti e ora, il deprecabile gesto delle scorse ore va ad aggiungersi a una lista che sta diventando sempre più lunga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento