Castelfranco: la piscina assume laureati, ma lo stipendio è da fame

Scoppia la polemica tra i giovani in cerca di lavoro. Il bando richiedeva titoli universitari ma lo stipendio mensile arrivava appena a 330 Euro

CASTELFRANCO VENETO- Esplode la polemica sulle piscine di via Redipuglia a Castelfranco Veneto. Secondo quanto riportato da alcune fonti d'informazione locale, la società che gestisce l'impianto avrebbe indetto pochi giorni fa un bando di selezione per un posto a tempo determinato come coordinatore del centro estivo piscina comunale di Castelfranco. Sei mesi di lavoro, da aprile fino a settembre (inquadrati come lavoro occasionale). L’incaricato dovrà coordinare e progettare le attività del centro estivo, che si presta ad accogliere decine e decine di bambini. I requisiti sono strigenti. Laurea in scienze delle attività motorie e sportive o in scienze dell'educazione. Una pregressa esperienza nel campo della gestione di centri estivi. Insomma requisiti importanti, e fin qui nulla di strano.

A sollevare le perplessità dei tanti giovani aspiranti, è stato però lo stipendio che per sei mesi di lavoro raggiungeva la cifra complessiva di appena 2500 Euro, che al mese fanno 416 Euro lordi. Una presa in giro, considerati i requisiti richiesti per essere assunti e il lavoro complessivo da svolgere. "C'è una contraddizione di fondo in tutto ciò" dice Claudio Beltramello, consigliere comunale e candidato sindaco del Pd, "se si chiede un impegno volontario a fronte di un rimborso spese è una cosa. Qui invece si richiede la prestazione di un professionista con titoli di studio ed esperienza sul campo. Per questo si dovrebbe dare un compenso adeguato, mi pare che qui non ci siamo proprio". Ma alla Castelfranco Patrimonio e Servizi srl, la società che gestisce le piscine, si cerca di minimizzare l'accaduto. "Il professionista assunto dovrà solo fare programmazione, non dovrà timbrare il cartellino. In realtà più che un contratto a tempo determinato si tratta di una consulenza" afferma il direttore Massimo Melato. Una giustificazione che però potrebbe non essere sufficiente per placare le polemiche sulla vicenda.

Potrebbe interessarti

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cena di sushi, 12 intossicati: isolati due focolai di gastroenterite

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Tumore incurabile, il sorriso di Tiziana si spegne a soli 44 anni

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Infarto in casa, 50enne ricoverato in fin di vita

Torna su
TrevisoToday è in caricamento