Nuovi suoni per l’organo della Cattedrale: restaurate le 2.849 canne

Concluso l’intervento di restauro curato dalla Casa Organaria Saverio Girotto: i lavori, per un investimento di 26 mila euro, erano partiti nel settembre 2014. Sostituite le valvole delle canne che, al tocco dei tasti delle tre tastiere e della pedaliera, emettono le note

L'organo della cattedrale

VITTORIO VENETO Si è concluso l’intervento di restauro delle 2.849 canne dell’organo della Cattedrale di Vittorio Veneto e domenica 15 novembre, alle 16 in chiesa, il maestro organista Domenico Severin con un concerto inaugurerà il rinnovato organo.

Il restauro, affidato dalla parrocchia della Cattedrale alla Casa Organaria Saverio Girotto di Paese, era stato avviato nel settembre 2014 per un investimento totale di 26 mila euro. L’organo della chiesa principale della diocesi di Vittorio Veneto è stato costruito a due tastiere nel 1951 dai Fratelli Ruffatti di Padova e successivamente ampliato con una terza tastiera nel 1960, portando le canne a quota 2.849. Nel 1992 l’ultima manutenzione dello strumento musicale, poi oltre un anno fa l’avvio del nuovo intervento. «Per ogni nota che viene suonata c’è una valvola, di pelle o plastica, all’interno della canna che si apre – spiega il parroco della Cattedrale don Silvano De Cal - Molte di queste valvole, con il passare del tempo, si sono consunte, tanto che a volte le note si inceppavano o non sfiatavano, e si è reso necessario sostituirle. Inoltre alcuni registri (tiranti che azionano le varie file di canne, così da variare il timbro dello strumento) avevano un funzionamento precario. Ultimata la sostituzione delle valvole e anche di alcune delle canne, l’organaro Saverio Girotto ha quindi accordato tutte le 2.849 canne».

L’organo della Cattedrale è composto da tre tastiere manuali: una per l’organo positivo per accompagnare i canti, una per l’organo espressivo per dare colore agli intermezzi musicali e una per il grand’organo che dà maggiore risonanza alle melodie. Infine c’è una pedaliera, una tastiera azionata con i piedi. Domenica 15 novembre l’organo si presenterà con i suoi rinnovati suoni e con tutte le sue potenzialità musicali. Alle 15,15 in Cattedrale, prima del concerto, l’organaro Saverio Girotto illustrerà la composizione e il funzionamento dell’organo, oltre all’intervento di restauro eseguito in questi mesi. Alle 16, il maestro organista Domenico Severin eseguirà un concerto: i brani metteranno in risalto l’intervento migliorativo eseguito sullo strumento. Il maestro Severin, originario del trevigiano, è un organista di fama internazionale: oggi vive in Francia ed è organista titolare della Cattedrale di St. Etienne a Meaux. Eseguirà brani che offriranno un viaggio nella musica d’organo da Bach ai compositori contemporanei più significativi. Ingresso libero. Organizzano la Parrocchia della Cattedrale e l’Associazione Insieme per Ceneda.

unnamedc-12

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Sede unica per Inps e Ulss 2: siglato l'accordo

  • Attualità

    Concordato Stefanel, Furlan: «I lavoratori vogliono chiarimenti»

  • Cronaca

    Occuparono alloggio Ater, assolti in otto del Collettivo Ztl

  • Cronaca

    Delitto di Rolle, perizia della difesa sul dna: "C'è stata contaminazione"

I più letti della settimana

  • Cadavere ritrovato nel Piave, è l'imprenditore scomparso da Farra

  • Si ubriaca prima di entrare in classe, insulta la prof e collassa

  • Schianto nella notte sulla Pontebbana, grave un 18enne

  • Addio Home Festival: Treviso lo rimpiazza con il "Core Festival"

  • Natale a Treviso: c'è anche la sorella di Chiara Ferragni

  • Operaia Electrolux trovata morta in casa, colleghi in lutto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento