L'istituto scientifico “Berto” di Mogliano campione italiano di dama

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

MOGLIANO VENETO - Si sono svolte dal 15 al 18 maggio al palasport di Castiglione della Pescaia (GR), le finali nazionali dei giochi sportivi giovanili (scolastici a squadre) di dama italiana e dama internazionale, giunti alla 26° edizione organizzata dalla FID (federazione italiana dama).

Dopo 6 finali interregionali si sono ritrovati a rappresentare il proprio istituto e a contendersi gli 8 titoli in palio, quasi tutte le regioni d'Italia con oltre 300 giovani in gara delle scuole primarie, secondarie e superiori. Dopo una selezione interregionale, svolto alcune settimane fa a San Zenone degli Ezzelini, due sono state le squadre trevigiane qualificate per finali nazionali degli istituti scolastici. l' I.C.S di San Zenone degli Ezzelini si è classificato al terzo posto con Alberto Lanza, Alessandro Serraglio e Daniele Pasqual con la dama internazionale Buoni risultati anche per gli altri istituti del veneto nella dama italiana: al sesto posto l' I.I.S. "Remondini" di Bassano (VI) con Sonia Pasqual, Cristina Alberton, Valentina Vidale, settimo l' I.I.S. " Andrea Scotton" di Bassano (VI), seconda la scuola primaria " Edmondo De Amicis"di Venezia.

Tra gli allievi delle superiori, sale sul gradino più alto del podio l'istituto scientifico "Giuseppe Berto" di Mogliano Veneto, rappresentato da due volti noti del damismo europeo: il casalese Alessio Scaggiante e da Gardigiano Andrea Cappelletto con la dama italiana, accompagnati dal prof. Lucio Marcon; che hanno vinto tutte le partite pur avendo nella squadra un giocatore in meno.

Tra l'altro proprio Scaggiante durante la pausa del campionato ha dato prova della sua abilità, vincendo una partita alla "cieca", cioè bendato, contro il sindaco di Castiglione della Pescaia Giancarlo Farnetani, suscitando lo stupore dei tanti appassionati.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento