Litiga con la fidanzata, la segue fino a lavoro e poi la minaccia: denunciato un 44enne

Fondamentale l'intervento della polizia:l'uomo è stato trovato in possesso di un taglierino e per questo denunciato per porto abusivo di oggetti atti a offendere

LORIA L'attenzione delle forze dell'ordine verso i possibili casi di femminicidio è molto alta in questo periodo, dopo i recentissimi casi di cronaca, e quindi quando in centrale di polizia arriva una chiamata per richiedere un'intervento urgente, per un violento litigio tra fidanzati, l'uscita è immediata. Ed è questo quanto successo poco dopo le 19 di venerdì a Bassano del Grappa (VI) in via Ca' Rezzonico, in un'abitazione privata. Protagonisti della vicenda un rumeno di 44 anni, M.A.C. residente a Loria, e la compagna moldava di 47 anni di professione badante. Nello specifico, l'uomo, dopo un litigio con la fidanzata, si è recato presso il luogo di lavoro della donna sperando forse in una riappacificazione ma, una volta suonato il campanello, tra i due sono volate ancora parole grosse tanto che il 44enne ha deciso di entrare con la forza nell'appartamento dove la fidanzata stava accudendo un disabile e un'anziana signora, la quale ha subito cercato di impedire l'avanzata del rumeno. A quel punto, come riporta "il Gazzettino", inevitabile è stata la chiamata alla polizia che in breve si è recata sul posto calmando gli animi e costatando immediatamente lo stato di alterazione alcolica dell'uomo, trovato poi in possesso di un taglierino e perciò denunciato per porto abusivo di oggetti atti a offendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento