Capo-ultra latitante arrestato dalla squadra mobile a Loria

Agenti della Questura di Treviso e Novara hanno stretto le manette ai polsi ad un 44enne foggiano che deve scontare una pena di sette anni di reclusione per aver aggredito dei poliziotti durante una rissa in discoteca

L'intervento della polizia

All’alba dello scorso 30 luglio, gli investigatori della squadra mobile di Treviso e Novara hanno rintracciato e tratto in arresto un 44enne foggiano, S.A.. L’uomo, ultrà del Novara calcio, doveva scontare una pena di oltre 7 anni di carcere per aver commesso numerosi reati, tra cui un’aggressione nei confronti di poliziotti intervenuti per sedare una rissa avvenuta in una discoteca di Vercelli nel 2009. In quell’occasione, l’arrestato insieme ad altri ultras del Novara calcio, si era reso autore di violenze e minacce di ritorsione verso gli agenti. Lo stesso è stato rintracciato dai poliziotti in un appartamento a Castion di Loria dove si era nascosto. Ora è in carcere a santa Bona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

Torna su
TrevisoToday è in caricamento