Capo-ultra latitante arrestato dalla squadra mobile a Loria

Agenti della Questura di Treviso e Novara hanno stretto le manette ai polsi ad un 44enne foggiano che deve scontare una pena di sette anni di reclusione per aver aggredito dei poliziotti durante una rissa in discoteca

L'intervento della polizia

All’alba dello scorso 30 luglio, gli investigatori della squadra mobile di Treviso e Novara hanno rintracciato e tratto in arresto un 44enne foggiano, S.A.. L’uomo, ultrà del Novara calcio, doveva scontare una pena di oltre 7 anni di carcere per aver commesso numerosi reati, tra cui un’aggressione nei confronti di poliziotti intervenuti per sedare una rissa avvenuta in una discoteca di Vercelli nel 2009. In quell’occasione, l’arrestato insieme ad altri ultras del Novara calcio, si era reso autore di violenze e minacce di ritorsione verso gli agenti. Lo stesso è stato rintracciato dai poliziotti in un appartamento a Castion di Loria dove si era nascosto. Ora è in carcere a santa Bona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento