Discarica abusiva scoperta dai carabinieri del Noe: quattro denunciati

In un'area di 200 mq di un'azienda dismessa di Loria trovati dai militari vari contenitori di solventi, lana di vetro, parti meccaniche di veicoli, fusti di olio vuoti

In azione i militari del Noe

Il Noe dei carabinieri di Venezia ha posto sotto sequestro a Loria 250 metri cubi di rifiuti pericolosi stoccati abusivamente, un muletto, una gru ed un'area di 200 mq, e hanno inoltre denunciato quattro persone. L'area apparteneva ad un'azienda fallita tre anni fa, successivamente venduta all'asta e ora in fase di cambio di proprietà. Ad attivare gli investigatori è stata la segnalazione del custode dell'area, di cui una porzione con sovrastanti rifiuti era già stata sottoposta a sequestro nell'agosto 2017. Gli attuali rifiuti, pericolosi (contenitori di solventi, lana di vetro, parti meccaniche di veicoli, fusti di olio vuoti) e non pericolosi (imballaggi di plastica, scarti lignei, sfridi da demolizione e svariate tipologie di metallo), sono stati quantificati in circa 250 metri cubi. Il Noe ha identificato gli attuali proprietari dell'immobile che hanno gestito i rifiuti, senza alcuna autorizzazione, assieme a terze persone proprietarie delle macchine operatrici trovate sul posto. Gli indagati, residenti tra le province di Treviso e di Verona, sono stati denunciati per concorso in gestione illecita di rifiuti e violazione dei sigilli, nella considerazione dell'abusiva introduzione nell'area precedentemente sequestrata e immissione di ulteriori rifiuti, modificando lo stato dei luoghi.

Foto 3-2-29

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento