Malore improvviso in piscina: nuotatore salvato dal bagnino

Tragedia sfiorata nella mattinata di domenica 13 gennaio alle piscine comunali di Valdobbiadene dove un trentaseienne è stato portato in ospedale con una grave congestione

La piscina di via Kolbe a Valdobbiadene (Foto d'archivio)

Si è tuffato in acqua pochi minuti dopo aver fatto colazione. Un errore che un uomo di 36 anni ha rischiato di pagare davvero a caro prezzo nella mattinata di domenica 13 gennaio.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", il protagonista della vicenda sarebbe arrivato alle piscine comunali di Valdobbiadene pochi minuti dopo le 11 di mattina per una tranquilla nuotata domenicale. Peccato che, subito dopo esser entrato in acqua, sia stato colpito da un malore improvviso, provocato molto probabilmente da una violenta congestione. Provvidenziale a quel punto l'intervento del bagnino della piscina di via Kolbe che è riuscito con grande esperienza a tirar fuori il trentaseienne dall'acqua, stabilizzandolo ed evitandogli l'annegamento. Sul posto è intervenuto il personale del Suem 118 che ha portato in ambulanza l'uomo all'ospedale di Montebelluna. Al momento le sue condizioni sarebbero ancora gravi ma il trentaseienne non sarebbe più in pericolo di vita. Tantissimi i presenti che hanno assistito increduli alla scena e che sono riusciti a chiamare subito sul posto i soccorsi, salvando di fatto lo sfortunato nuotatore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'ora di educazione fisica, muore studente 14enne

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento