Maltrattamenti sugli animali: in nove a processo a Treviso

Gli imputati avrebbero messo in piedi un traffico illecito di uccelli da richiamo. Le accuse sono, tra le altre, di maltrattamenti e di esercizio abusivo della professione veterinaria

Maltrattamento  degli animali, esercizio abusivo della professione veterinaria, detenzione illegale di armi: queste e altre le accuse a carico di nove imputati, tra i quali due dipendenti della Provincia di Treviso.

Il processo è iniziato ieri e riguarda episodi risalenti al periodo che va dal 2007 al 2009: reati connessi alla cattura, alla detenzione e al commercio di uccelli migratori e di fauna selvatica.

Secondo l’accusa, gli imputati avrebbero messo in piedi un commercio illegale di uccelli migratori, catturati con le reti e utilizzati dai cacciatori come richiami vivi, rinchiusi in gabbie piccolissime.

Nel corso delle operazioni che si conclusero con la scoperta dell’attività illecita dei nove, il Corpo forestale dello Stato recuperò, tra le Province di Treviso e Pordenone, molti esemplari di uccelli vivi, morti e in condizioni di maltrattamento. Il processo è stato aggiornato al 10 luglio prossimo.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento