Manette ai polsi per due malviventi, complici di un furto in un'abitazione a Segusino

Il fatto risale al 17 febbraio, quando i due topi d'appartamento erano riusciti a darsi alla fuga e far perdere le proprie tracce ai carabinieri di Valdobbiadene

CAERANO SAN MARCO Nelle prime ore della mattinata di giovedì, i carabinieri della stazione di Valdobbiadene, hanno messo le manette a due uomini ricercati, complici di un furto in abitazione. I due malviventi, M.F. e G.C. classe 1965 e 1969, rispettivamente residenti a Pederobba e a Segusino, sono stati arrestati nell'appartamento dove si rifugiavano, in località Caerano San Marco. Il colpo messo in atto dai ladri, risale al 17 febbraio, quando a mezzanotte e mezza, i militari sono intervenuti nei pressi di viale Italia a Segusino, in seguito ad una segnalazione per un furto in abitazione.

L’intervento degli agenti aveva consentito di arrestare in flagranza di reato G.C. che, alla guida della sua autovettura carica di refurtiva, stava lasciando l’abitazione poco prima depredata. Nella circostanza due complici, già noti alle forze dell'ordine, erano riusciti a darsi alla fuga allontanandosi tra i campi in prossimità dell’abitazione. Nonostante le immediate ricerche, i due erano riusciti a far perdere le proprie tracce. Per entrambi i topi d'appartamento, ora arrestati e rinchiusi nel carcere di Treviso a Santa Bona, l’accusa è quella di furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento