Continua a perseguitare la ex dopo la condanna, arrestato 40enne

Un 40enne trevigiano è stato arrestato dalla squadra mobile di Treviso. Sebbene fosse stato condannato in primo grado a 8 mesi, continuava a perseguitare la ex moglie

Non era bastata una condanna in primo grado a fermarlo, aveva continuato a perseguitare la sua ex con appostamenti, telefonate, minacce e insulti. Per questo un 40enne trevigiano è stato arrestato dalla squadra mobile di Treviso.

Nell'ottobre 2012 l'uomo, residente in un comune limitrofo al capoluogo, era stato condannato a 8 mesi di reclusione per stalking nei confronti della ex moglie, dalla quale si era separato sei anni prima.

Non riuscendo a rassegnarsi per la fine del loro rapporto, il 40enne aveva cominciato a pedinare la donna, dalla quale aveva avuto dei figli, e a telefonarle a tutte le ore del giorno e della notte, insultandola e minacciandola.

Dopo una serie di denunce da parte della ex moglie, si era arrivati al processo e alla condanna. Ma l'atteggiamento del 40enne non è cambiato: ha continuato ad attendere la donna fuori casa o all'uscita dal lavoro. L'episodio più eclatante il 30 aprile scorso, quando incontrandola in un locale, l'uomo ha cominciato a insultare la ex compagna davanti ai presenti.

La donna si è quindi rivolta nuovamente alla polizia, che lunedì mattina ha arrestato il 40enne, dopo aver ottenuto dalla magistratura un ordine di custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Malore fatale: il cuoco dell'osteria Al Baston muore a 59 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento