Rapinano con una pistola finta un 16enne: tre arrestati

L'episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica a Breda di Piave, in via Roma. Gli autori sono tutti 19enni, di Maserada sul Piave: la "bravata" per un bottino di 10 euro. La vittima ha annotato il numero di targa dei banditi e ha chiesto aiuto ai carabinieri

Indagine-lampo dei carabinieri di Spresiano

I carabinieri di Spresiano, nella notte tra sabato e domenica scorsa, 25 agosto, hanno arrestato tre giovani, tutti 19enni di Maserada, per il reato di rapina aggravata. Il fatto è accaduto alle ore 2 in via Roma a Breda di Piave: il gruppo, formato da L.A., A.D. e C.C., quest’ultimo con un piccolo precedente di polizia, che viaggiava su una Opel Tigra guidata da uno di loro, ha avvicinato un 16enne di Spresiano e sotto la minaccia di una pistola, poi risultata essere ad aria compressa di quelle in libera vendita, gli hanno ordinato di consegnare il denaro che aveva in tasca, una somma di appena 10 euro.

Dopo essersi dileguati, i banditi sono stati rintracciati, grazie anche al numero di targa annotato dal minore, mentre fuggivano e quindi bloccati dopo un breve inseguimento con una pattuglia dei militari. All’interno dell’auto, sotto un sedile, i militari hanno ritrovato la pistola mentre del denaro nessuna traccia. Per questo motivi i giovani sono stati arrestati ed accompagnati nel carcere di Treviso in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà oggi, lunedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento