Massimo Rocco di Cessalto trovato morto nel fiume Piavon

Tragico epilogo alle ricerche di Massimo Rocco, l'albergatore di Cessalto scomparso il 5 febbraio 2013. L'uomo è stato trovato morto nelle acque del fiume Piavon. A notare il corpo un passante, che ha chiamato i Carabinieri

Si sono concluse nel più nefasto dei modi le ricerche di Massimo Rocco, l'albergatore trevigiano scomparso dalla sua casa di Cessalto lo scorso 5 febbraio.

Lunedì mattina, poco dopo le 11, un passante ha notato un corpo affiorare dalle acque del fiume Piavon, a Cessalto, e ha lanciato l'allarme.

Il cadavere era quello del 51enne, titolare dell'albergo "Romana". Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i sanitari del 118 e i vigili del fuoco, che hanno recuperato la salma.

Per oltre un mese forze dell'ordine, pompieri e protezione civile avevano cercato Massimo Rocco nella zona, senza esito. All'indomani della scomparsa la moglie dell'imprenditore, che si era allontanato di notte senza denaro e senza i suoi farmaci, si era rivolta alla tramissione televisiva "Chi l'ha visto?" di Rai Tre per trovarlo.

Secondo quanto si è appreso il corpo di Rocco non presenterebbe segni di violenza e i carabinieri ipotizzano che l'albergatore si sia tolto la vita poco dopo la scomparsa, gettandosi nelle acque del fiume.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento