La mezza maratona diventa raccolta fondi, consegnato il ricavato

Consegnato venerdì scorso il ricavato, che andrà a coprire i costi delle attrezzature didattiche a supporto dei progetti educativi

CASTELCUCCO — Accade solo nelle maratone che si corrono nelle metropoli internazionali, come New York e Tokyo, dove gli atleti scelgono di trasformare la loro gara in un evento di raccolta fondi da destinare alla beneficenza. È quanto ha fatto il Team Cimba, un gruppo di sette studenti ed insegnanti della business school di Paderno del Grappa. In Italia ancora l’usanza non è così diffusa, ma Angelo, Chris, Katiuscia, Kevin, Mattie, Nina e Chris hanno deciso di correre la “Moonlight half marathon” di Cavallino Jesolo, il 24 maggio scorso, per raccogliere fondi da destinare alla Cooperativa Vallorgana di Castelcucco, dove gli stessi già prestano opera di volontariato.

La raccolta ha fruttato più del doppio del previsto, ben 2.305 dollari (circa 1.800 euro) che sono stati interamente devoluti alla Onlus. La cifra è stata consegnata venerdì scorso ai responsabili, durante la giornata di festa che la cooperativa organizza ogni anno a Casel di Castelcucco. Il denaro raccolto verrà utilizzato per acquistare attrezzature didattiche a supporto dei progetti educativi.«L’idea di “fare la differenza” in tutto ciò che si fa – racconta Kevin Zakorchemny, studente all’MBA di CIMBA, che viene da Philadelphia – sta alla base del concetto di leadership che si insegna al CIMBA, ed è anche l’obiettivo di questa cooperativa che aiuta adulti con disabilità a sviluppare i loro potenziali e le loro abilità, attraverso il lavoro manuale e artistico, e con attività di socializzazione. Abbiamo voluto sostenere la loro opera aprendo una raccolta fondi, in occasione della gara di Jesolo, secondo la tradizione, molto radicata negli Stati Uniti, del fundraising attraverso amici, parenti e business, chiamati a fare donazioni di beneficenza in occasioni particolari, come la Mezza Maratona.»

Lanciata la richiesta online, attraverso youcaring.com, la piattaforma di fundraising gratuita che permette di creare eventi per raccolta di offerte da parte di singoli, sono arrivate donazioni a distanza, da amici in tutto il mondo, accompagnate da frasi di incoraggiamento per i podisti. Donazioni da 25 o 50 dollari e altre segrete, e una donazione offline da parte di CIMBA, che aveva promesso di raddoppiare qualunque cifra avessero raccolto online. Il Team ha raggiunto così la cifra di 2.305 dollari, pari a circa 1.800 Euro, superando di molto l’aspettativa dei 1,400 dollari che si era dato. Non è l’unico record battuto, dato che quasi tutti i partecipanti hanno anche registrato i loro record personali nella distanza dei 21 chilometri.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Ciclismo trevigiano in lutto: Christian Cigaia perde la vita a soli 47 anni

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Schianto frontale tra camion e auto sulla Postumia, muore 60enne

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento