Tragedia sulle Pale di San Martino, morto l'escursionista trevigiano Walter Torresin

L'uomo di 46 anni, è stato tradito dal ghiaccio volando per 300 metri in un canalone sotto il rifugio Pradidali, dopo aver abbandonato il sentiero principale

CAERANO SAN MARCO Ancora un escursionista tradito dal ghiaccio di questa anomala stagione invernale, senza neve anche in quota, ma con sentieri che nascondono insidie e pericoli maggiori proprio per la formazione di lastre di ghiaccio. Una scelta poco prudente, quella di abbandonare il sentiero che dalla Val Canali porta al rifugio Pradidali, in Primiero, è costata la vita a Walter Torresin, di Caerano San Marco, in provincia di Treviso.

L'uomo, 46 anni, con un amico si trovava sula via del ritorno quando è scivolato in un canalone per 300 metri. Per Torresin non c'è stato nulla da fare, il trevigiano è morto sul colpo. È stato proprio l'amico impotente del terribile accaduro, ad allertare i carabinieri ed il soccorso alpino di Primiero, che giunti con l'elicottero sul posto hanno recuperato entrambi con il verricello.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento