Era latitante da 16 anni, la polizia lo arresta in un albergo di Mogliano

In manette un 49enne polacco che aveva derubato un amico con cui aveva in società un negozio di ortofrutta: questi gli aveva confidato di aver ricevuto in regalo da una zia un’ingente somma di denaro

La centrale operativa della Questura di Treviso

La scorsa notte alle 4 è stato arrestato dagli agenti delle volanti della polizia un cittadino polacco, J.S.L., 49enne, destinatario di mandato d’arresto europeo da parte della Polonia, per rapina a mano armata e furto di carta d’identità. I poliziotti, dopo aver avuto la segnalazione tramite il portale “Alloggiati Web” (sistema informatico della Polizia di Stato dove vengono comunicati i nominativi delle persone alloggiate nelle strutture ricettive) della presenza dello straniero in un albergo di Mogliano, si sono velocemente recati sul posto, trovandolo nella stanza prenotata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Portato in Questura per approfondire gli accertamenti del caso, lo straniero è risultato avere un mandato di arresto europeo per reati contro il patrimonio. L’episodio risale al 2003 quando un suo amico, con il quale aveva in società un negozio di ortofrutta, gli aveva confidato di aver ricevuto in regalo dalla zia un’ingente somma di denaro. L’arrestato, con altri complici, dopo aver tentato un furto a casa dell'amico, senza esito, ha convito lo stesso a custodire il denaro in un posto sicuro per poi mettere in atto una rapina ai suoi danni. Infatti, mentre la vittima stava trasportando il denaro nel luogo indicato dal suo socio, è stato rapinato dallo stesso con alcuni uomini travisati e armati che, oltre al denaro, sono scappati con la sua carta d’identità. Dopo un po’ di tempo il cittadino polacco ha fatto perdere le proprie tracce fino a quando la sua fuga è stata interrotta dai poliziotti della Questura di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento