Non rispetta gli orari della comunità di recupero, 25enne finisce in carcere

A far scattare le manette sono stati i carabinieri di Mogliano: adesso il giovane dovrà continuare a scontare la pena a cui era stato condannato presso la casa circondariale di Santa Bona

Il carcere di santa Bona

I carabinieri di Mogliano Veneto, nel pomeriggio di ieri, lunedì, hanno arrestato il cittadino marocchino H.D, 25enne, pregiudicato, tossicodipendente, domiciliato presso una struttura di recupero. Il giovane, già sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali, in seguito ad una condanna definitiva per un cumulo di pene che vanno dallo spaccio di sostanza stupefacenti al furto, è stato tratto in arresto a seguito dell’aggravamento della misura poiché più volte segnalato dagli stessi militari dell’Arma di Mogliano per aver violato le prescrizioni che gli imponevano di rimanere nella struttura in determinati orari. Adesso dovrà continuare a scontare la pena presso la locale casa circondariale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento