Anziano disabile perseguitato e preso a sputi da altri due condomini

Teatro della vicenda, iniziata nel 2016, una palazzina a Mogliano. Sputi e minacce del tipo "sei morto" la quotidianità dei rapporti tra vicini dei protagonisti della vicenda

Un'aula di tribunale

Uno stalking crudele, perpetrato ai danni di un vicino 80enne e disabile, insultato e minacciato. Sono queste le accuse da cui una coppia di 50enni di Mogliano, marito e moglie, dovrà difendersi nel processo a loro carico iniziato ieri. Secondo la Procura di Treviso i due imputati, difesi entrambi dall'avvocato Giuseppe Gulli, avrebbero  messo in atto per oltre tre anni una vera e propria campagna di persecuzione nei confronti dell'anziano con un accanimento così crudele da costringere l'80enne a cambiare le proprie abitudini di vita.

Teatro della vicenda, iniziata nel 2016, una palazzina a Mogliano. Sputi e minacce del tipo "sei morto" la quotidianità dei rapporti tra vicini dei protagonisti della vicenda, e poi sputi e agguati, conditi da frasi del tipo "ti facciamo morire", oppure  "Hai dei problemi? Te li faccio avere io i problemi, uomo morto". Episodi che sono riportati nella denuncia dell'80enne e che sarebbero avvenuti anche alla presenza di altre persone. Per la difesa le circostanze riportate dalla presunta vittima sarebbero "esagerazioni. "Ci sono dieci testimoni che possono confermare la versione dei miei assistiti - spiega l'avvocato Gulli - tutto dovrà essere ricondotto alla realtà dei fatti, che non è quella che si evince dalla tesi dell'accusa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento