MOM, la sicurezza sale a bordo: da febbraio altri cinque operatori in servizio

Nel 2017 in arrivo altri cinque specialisti nella vigilanza sugli autobus aziendali. Gli "uomini" della sicurezza si sono dimostrati di aiuto per i controllori nel fronteggiare situazioni critiche

Controllore e operatore per la sicurezza al lavoro

TREVISO Primi dieci giorni di servizio per le nuove figure di addetti alla vigilanza in servizio di affiancamento agli agenti accertatori di Mobilità di Marca. Decisamente positiva è giudicata la presenza delle nuove figure professionali, sia dall’azienda che dal personale. I vigilanti in servizio da inizio dicembre si sono dimostrati particolarmente utili nelle attività di controllo dei titoli di viaggio e nella promozione di corretti comportamenti da parte dell’utenza: invitano i clienti a salire con il titolo di viaggio in mano e a validare sia biglietti che abbonamenti, educano anche i passeggeri ad accomodarsi correttamente a bordo dei mezzi, non stazionando agli ingressi. Regole semplici che però possono influire molto sulla qualità della “Vita in Bus”, il nome della campagna di comunicazione che MOM ha intrapreso da ottobre proprio per migliorare la qualità del servizio.

Gli specialisti della sicurezza si sono dimostrati, inoltre, validi aiuti per i controllori nel fronteggiare situazioni critiche. Dall'inizio dell'attività è stato richiesto quattro volte l'intervento delle forze dell'ordine (in tutti i casi per passeggeri senza titolo di viaggio che si rifiutavano di declinare le generalità o esibire un documento di riconoscimento al momento della sanzione). Si tratta di una procedura attuata per prassi dagli operatori MOM, e tuttavia la presenza dei vigilanti si dimostra importante per evitare che tali situazioni possano degenerare. “La presenza di queste figure – affermano dal vertice dell’azienda – infonde sicuramente più tranquillità ai nostri clienti. Anche la sorveglianza nell'area dell'autostazione a Treviso in Lungosile Mattei fa sentire i passeggeri in partenza più sicuri. Con il proseguimento di questa attività si potranno ottenere benefici sia in ordine alla sicurezza che sul controllo dei titoli di viaggio, possiamo quindi annunciare che dal febbraio 2017 prenderanno servizio altri cinque operatori portando così gli addetti alla sicurezza a otto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mobilità di Marca, azienda del trasporto pubblico locale trevigiana, è partner della Regione Veneto nel progetto di inserimento lavorativo di “specialisti nella gestione della sorveglianza e del controllo”, iniziato lunedì 5 dicembre. Gli operatori hanno seguito nell’ultimo anno un percorso di addestramento curato da Pianeta Formazione (organismo accreditato da Regione Veneto) e focalizzato in azioni di vigilanza passiva, nella gestione di situazioni di emergenza e nell’utilizzo di strumenti per il controllo (digitali e radio) con attenzione per i luoghi dedicati alla mobilità ad alta frequentazione (aeroporti, stazioni ma anche trasporti urbani). Gli operatori sono facilmente identificabili da parte dell’utenza poiché indossano un corpetto ad alta visibilità di colore giallo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento