Mondiali di Karate testimonial solidali per la donazione del midollo osseo

Una rappresentanza della squadra Ren Bu Kan si è recata al Centro Trasfusionale dell'Ospedale Ca' Foncello di Treviso per offrire già la propria disponibilità ad iscriversi al registro dei donatori

TREVISO Sarà un Mondiale di Karate solidale, quello in programma il prossimo 22-24 settembre al Palaverde di Villorba. Gli atleti di Ren Bu Kan, società organizzatrice dell'evento, si sono infatti prestati come testimonial ufficiali della campagna "Match it now", promossa dall’Istituto Superiore di Sanità, con il patrocinio del Ministero della Salute e del Coni Nazionale e da altre Istituzioni e Associazioni tra le quali la Federazione ADOCES, con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche. Una collaborazione, nata grazie ad ADMOR-ADOCES di Treviso, che ha visto i karateka trevigiani protagonisti di un video promozionale della donazione a favore dei pazienti in attesa del trapianto di midollo osseo di tutto il mondo, che sarà diffuso durante la Settimana nazionale della donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche (16 – 23 settembre). Non solo, una rappresentanza della squadra Ren Bu Kan si è recata stamattina al Centro Trasfusionale dell'Ospedale Ca' Foncello di Treviso per offrire già la propria disponibilità ad iscriversi al registro dei donatori. 

«La prossima sarà una settimana ricca di significati, riuniti sotto il segno del karate - afferma Ofelio Michielan, assessore allo sport del comune di Treviso e fondatore di Ren Bu Kan - questo è il mondiale che sognavamo, un evento sportivo rivolto ai milioni di praticanti che praticano questa disciplina in tutto il mondo, ma anche un momento di confronto aperto con la nostra comunità, grazie ad iniziative come il Festival Filosofico "Pensare il Presente" e la campagna "Match it now", vocata ad una nobile causa solidale che la World Shotokan Karate Association ha voluto sposare fin da subito».

«Ringrazio Ren Bu Kan e l'organizzazione del Mondiale di Karate per questa partnership, che la nostra associazione ha presentato negli scorsi giorni anche alla conferenza nazionale di Roma - aggiunge Alice Vendramin Bandiera, presidente di ADMOR ADOCES Treviso - il mondo del karate, attraverso i giovani, ha dimostrato grande sensibilità nei confronti della nostra campagna e durante le gare del Mondiale distribuiremo agli atleti partecipanti dei gadget che riportano il nostro slogan. “Match it now” è un messaggio di speranza: le statistiche dicono che in un donatore ogni 100mila si rintraccia un abbinamento genetico utile a un trapianto, perciò solo attraverso l’inserimento di tanti nuovi donatori giovani  si può garantire a sempre più pazienti di trovare il giusto “match"».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

Torna su
TrevisoToday è in caricamento