Rubano una bici a Montebelluna: identificati e denunciati

Una delle due persone fermate da polizia locale e carabinieri è stata trovata in possesso di un taglierino per cui è stata denunciata all’autorità giudiziaria anche per possesso di arma impropria

Una bici rubata, foto archivio

In seguito all’attività investigativa conseguente ad un furto di una bicicletta avvenuto nei giorni scorsi nella zona centrale di Montebelluna, nella giornata di martedì sono stati individuati in centro i due probabili autori da parte di una pattuglia della polizia locale. In questa fase di identificazione uno dei due si è dato alla fuga finché, grazie all’intervento di una volante dei carabinieri di Montebelluna, chiamata in supporto, veniva individuato e nuovamente fermato. Poiché entrambi i cittadini stranieri, erano senza documenti di riconoscimento, sono stati fotosegnalati presso la Compagnia dei carabinieri di Montebelluna e denunciati per furto aggravato in concorso.

Da segnalare che una delle due persone è stata trovata in possesso di un taglierino per cui è stata denunciata all’autorità giudiziaria anche per possesso di arma impropria. Commenta il sindaco, Marzio Favero: «Ancora una volta la collaborazione tra polizia locale e carabinieri e si rivela estremamente funzionale ed è frutto anche del dialogo instauratosi con il tenente colonnello, Sabatino Piscitello, ex comandante della compagnia di Montebelluna che proprio in quesi giorni si è congedato per prendere servizio a Padova».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Rara complicazione dell'influenza, muore bimba di dieci anni

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento