Ubriaco scappa in auto nel traffico e poi sperona l'auto dei carabinieri

Arrestato dai carabinieri un 38enne protagonista di uno spettacolare inseguimento avvenuto sabato sera a Montebelluna lungo la Feltrina

MONTEBELLUNA Sabato sera i carabinieri del nucleo radiomobile di Montebelluna hanno arrestato in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale e per il porto abusivo di un coltello, un 38enne del luogo, noto per i suoi precedenti per reati contro la persona e per la sua indole violenta. Intorno alle ore 21.15 alla centrale operativa sono giunte diverse chiamate che segnalavano un uomo, verosimilmente in preda ai fumi dell’alcool, che a bordo di una Volkswagen Passat, correva a forte velocità lungo via Piave, nella zona dei Pilastroni. Immediatamente è stata inviata sul posto una pattuglia del Nucleo Radiomobile per cercare di fermarlo ed evitare un probabile incidente con altre autovetture. I militari lo hanno intercettato proprio nei pressi della rotatoria dei Pilastroni, dopo averlo visto imboccare a tutta velocità la strada regionale “Feltrina”, in quel frangente molto trafficata, in direzione Treviso. Con i lampeggianti accesi si sono messi all’inseguimento con l’intento di farlo desistere dalla sua folle corsa, anche perché in alcuni tratti, caratterizzati da scarsa visibilità, il fuggitivo procedeva in contromano.

Giunto all’altezza della zona industriale, in via Feltrina Sud,  il 38enne ha perso il controllo del mezzo che, dopo avere effettuato un paio di testa coda, ha fermato la sua corsa, dopo avere urtato proprio l’autovettura del Nucleo Radiomobile nella parte anteriore sinistra. Lo scontro ha procurato lievi danni alla carrozzeria del mezzo militare e comunque nessuno ha riportato ferite. Immediatamente i due militari hanno bloccato il 38enne, evidentemente ubriaco, il quale, però, si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest e quindi gli è stata ritirata la patente con conseguente sequestro della Passat.

La perquisizione all’interno del veicolo ha permesso ai militari di ritrovare un coltello da caccia illegalmente detenuto, poi sequestrato. Condotto presso la caserma dei carabinieri di Montebelluna, il 38enne è stato dichiarato in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida tenutasi questa mattina, lunedì, presso il Tribunale di Treviso, al termine della quale il giudice gli ha imposto l’obbligo di presentazione presso questa caserma per quattro volte alla settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento