Tenta di rapinare la titolare di un centro estetico, il colpo fallisce: arrestato 24enne

Il malvivente aveva pedinato una cittadina cinese che era riuscita a rifugiarsi in casa e a chiedere aiuto al marito. I carabinieri identificano l'autore del colpo e il giudice ordina la carcerazione

Nella serata di giovedì i carabinieri del nucleo operativo di Montebelluna, hanno arrestato, su ordinanza di custodia cautelare in carcere, il 24enne cittadino albanese K.X., con precedenti per furti e droga, che la sera dello scorso 1 novembre, in via Risorgimento di Montebelluna, aveva tentato di rapinare una cittadina cinese dell’incasso del suo centro di estetica di via Galileo Galilei, dopo averla pedinata a bordo della sua auto Citroen C3.

Il malvivente aveva seguito la donna fino alla porta della sua abitazione, ma non essendo riuscito a bloccarla prima del suo ingresso in casa, aveva iniziato a bussare con violenza, intimandole di dargli i soldi. La donna impaurita, aveva chiamato in soccorso il marito che a sua volta si era fatto accompagnare da un connazionale. Vedendo i due uomini il balcanico ha colpito con tre pugni al volto il marito della donna e, dopo avere estratto un coltello dalla cintola dei pantaloni, ha ferito al volto l'amico.

Essendo andata a vuoto la rapina, l’albanese si è dileguato: però prima di far perdere le sue tracce, con un bastone ha danneggiato la Volkswagen Touran del marito della donna e la vetrata del vicino negozio “Stampiamotutto” di proprietà di Antonio Venturato, coordinatore della sezione di Trevignano di Forza Italia. Terminato il raid, l’albanese, a bordo della Citroen C3 si è allontanato verso il vicino bar “Tocchetto” dopo avere quasi investito i due cinesi che lo stavano rincorrendo.

Le indagini dei militari del nucleo operativo hanno permesso di individuare con assoluta certezza il 24enne albanese, come autore dell’episodio e di denunciarlo alla Procura per tentata rapina aggravata e danneggiamento continuato. Il pm Andreatta, titolare del fascicolo processuale, ha avanzato una richiesta di ordinanza di custodia in carcere, che è stata accolta dal giudice Angelo Mascolo con l’emissione di un provvedimento restrittivo. Il cittadino albanese si trova ora rinchiuso nel carcere di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Ucciso in un mese da una malattia incurabile, papà di due figli muore a 47 anni

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Tumore incurabile, odontoiatra perde la vita a soli 55 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento