Grave malattia la porta via alla vita a soli 50 anni: Silea piange la sua Monia

Abitava a Sant'Elena e dieci anni fa aveva dovuto superare un brutto momento a causa della scomparsa del compagno Danilo. Lascia un figlio maggiorenne, Devis, i genitori e i fratelli

Si è spenta troppo presto, a soli 50 anni a causa di una grave e rara malattia infiammatoria e di un improvviso tumore che l'aveva colpita solamente negli ultimi mesi e che non le ha lasciato scampo. Leì era Monia Cagnin, vedova da 10 anni del compagno Danilo ed ex dipendente del Cup dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, con la cooperativa Anthesys, e segretaria dell’associazione Caccia, Pesca e Ambiente del Veneto, nell'ambito inquinamento e rifiuti. Come riportano i quotidiani locali, Monia in giovane età era stata anche imprenditrice nell'ambito dell'estetica, mentre negli ultimi anni si era dedicata a disabili e animali divenendo persino una guardia zoofilo-ambientale e poi comandante provinciale per l’associazione Wilderness. Lascia il figlio maggiorenne Devis, i genitori, e i tre fratelli. Il funerale si terrà alle 15.30 di lunedì nella chiesa di Silea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento