L'artista trevigiano Piero Slongo è deceduto nel giorno di Natale

Il pittore figurativo Piero Slongo è deceduto il giorno di Natale dopo un improvviso ricovero all'ospedale di Treviso.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il pittore Piero Slongo è deceduto dopo un improvviso ricovero all’ospedale Cà Foncello di Treviso nel giorno di Natale 25 dicembre. Classe 1928, nativo di Mogliano Veneto, il Maestro ha rappresentato con forza e vigore la tradizione paesaggistica veneta all’interno dell’arte contemporanea. Pittori quali Michelangelo, Vincent van Gogh, Oscar Kokoschka, Chaїm Soutine, Gino Rossi, Carlo Carrà, Ottone Rosai e Giorgio Morandi sono stati suoi riferimenti. Slongo fu attivo frequentatore di premi e mostre nel territorio Veneto, salendo a 83 anni alla ribalta della cronaca pittorica italiana, partecipando nel 2011 al Padiglione Italia della 54. Biennale di Venezia. La sua ultima apparizione pubblica avvenne durante l’estate 2015 in occasione della mostra collettiva “Ars celare artem” presso Casa dei Carraresi di Treviso e della personale “Impressioni metafisiche” nella prestigiosa Villa Orsini di Scorzè, entrambe a cura di Alain Chivilò. Nel 2016 lo stesso curatore e critico d’arte Chivilò aveva programmato con l’artista in vita tre esposizioni personali, che ora dovranno essere confermate assieme alla moglie Maria Luisa. I funerali pubblici sono previsti a Mogliano Veneto mercoledì 30 dicembre ore 15, presso la chiesa di Santa Maria Assunta, via Don Bosco 39.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento