Muore in casa per un malore improvviso a soli 33 anni: a trovare il corpo la fidanzata

A nulla sono valsi i soccorsi per salvare il geometra Dennis Savaris, originario di Refrontolo e residente nel vicentino. Una morte inaspettata che ha lasciato nello sconforto amici e parenti

Dennis Savaris

REFRONTOLO E' morto all'improvviso, da solo nella sua abitazione, per un malore inaspettato e letale. Se ne è andato così martedì pomeriggio Dennis Savaris, 33enne originario di Refrontolo ma da tempo residente a Montecchio Maggiore (VI) con la fidanzata Cristina. Il ragazzo, di professione geometra e molto conosciuto sia nel trevigiano che nel vicentino, è stato trovato esanime dalla compagna che, nonostante lo choc, ha comunque subito avvertito i soccorsi che sono arrivati prontamente sul posto, ma ormai per il giovane non c'era più nulla da fare. Con un passato da studente al "Dante Alighieri" di Vittorio Veneto, Dennis aveva poi lavorato anche come assicuratore, agente di commercio e agente immobiliare, rimanendo sempre legato alle sue radici e soprattutto alla nonna con la quale aveva da piccolo convissuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ragazzo lascia così la compagna, il fratello Gianluca e i genitori Carla e Paolo, proprietari di una gelateria in Germania. I funerali, come riporta "il Gazzettino", si terranno venerdì alle 15 nella chiesa parrocchiale di San Pio X a Conegliano, dopodichè la salma verrà cremata come da desiderio della famiglia che, inoltre, chiede di non offrire fiori ma eventuali opere di bene da destinare in beneficenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus, scomparso storico commerciante di ricambi d'auto

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

Torna su
TrevisoToday è in caricamento