giovedì, 18 settembre 15℃

Centauro non si ferma all’alt: 800 euro di multa e patente sospesa

Numerose le infrazioni contestate al motociclista trevigiano, fermato solo dopo un inseguimento: viaggiava con patente scaduta e di categoria diversa da quella del suo scooter

Redazione 16 luglio 2012

Multa salatissima per un motociclista del Trevigiano che ha tirato dritto all’alt della Polizia locale. Sabato pomeriggio, in zona Canizzano, gli agenti si erano posizionati nei pressi della chiesa per dei controlli di routine.

Ed ecco arrivare il centauro, un 30enne di nazionalità ecuadoregna, a bordo di un maxi-scooter, proveniente da Quinto e diretto a Treviso a velocità sostenuta.
Inevitabile l’alt degli agenti, snobbato però dal motociclista. Di lì l’inseguimento, terminato all’altezza dell’ingresso militare dell’aeroporto “Ancillotto”, dopo diversi tentativi del centauro di far perdere le proprie tracce.

Annuncio promozionale

Fermato dalla Polizia locale, il giovane si è visto contestare numerose infrazioni: dall’inottemperanza all’invito a fermarsi al superamento dei limiti di velocità, dalla doppia omessa revisione del mezzo alla patente scaduta e per di più la guida con patente di categoria diversa rispetto al mezzo condotto. Lista che ha fatto salire la multa a 800 euro, corredati da sospensione della patente e decurtazione di 8 punti.
 

Canizzano
controlli

Commenti