Velocità, alcol e cellulare alla guida: raffica di multe sulle strade della Marca

Bollettino impressionante della polizia stradale di Treviso che, in questi giorni, ha portato a termine una serie di importanti controlli che hanno portato a multe salatissime

Il 2019 continua con controlli da parte della Polizia Stradale di Treviso che nello scorso fine settimana è stata impegnata come sempre lungo le principali arterie provinciali per garantire la sicurezza stradale. 

Le pattuglie operanti hanno proceduto al controllo di diverse centinaia di veicoli e i relativi occupanti, non sono mancate purtroppo le consuete contestazioni per la guida in stato di ebbrezza per effetto dei controlli con etilometro, infatti, sono risultate positive 3 persone con un tasso alcoolemico compreso tra i valori di 0,57 g/l e 0.97 g/l, uno contravvenzionato con la sola sanzione amministrativa prevista proprio per le alterazioni minime, mentre gli altri due sono stati denunciati all'autorità giudiziaria competente per valori compresi tra 0,8 e 1,5 g/l di alcool nel sangue. Le sanzioni amministrative nei confronti dei soggetti con tasso alcolico compreso 0,5 g/l e 0,8 g/l  partono da 544 euro e la sospensione della patente da 3 a 6 mesi, nel caso invece di soggetti con tasso alcoolemico compreso tra lo 0,8 g/l e 1,5 g/l la sanzione amministrativa va da un minimo di 800 euro ad un massimo di 3.200 euro oltre alla sospensione della patente da 6 mesi ad 1 anno per 2 dei protagonisti è scattata la decurtazione di 10 punti sulla patente, mentre per una giovane ventenne, che ha fatto registrare il tasso alcolico più alto in virtù del fatto che fosse neopatentata i punti decurtati sono stati 20. Tutte le sanzioni sono state maggiorate di 1/3 perché infrazioni commesse in ore notturne (dalle 22 alle 07). Potrebbe essere diversa la sorte di un giovane trevigiano che, nel corso di un controllo, è stato trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente (uno spinello) e quindi accompagnato presso la locale struttura ospedaliera per i prelievi di liquidi biologici al fine di verificare se fosse in stato di alterazione durante la condotta del veicolo, se questi daranno esito positivo scatterà per lui la sanzione ai sensi dell’art.187 del Codice della strada con conseguente deferimento all’autorità giudiziaria competente e il ritiro della patente di guida ai fini della sospensione da 1 anno a 2 anni e la sanzione da 1500 a 6mila euro.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei numerosi controlli sono state inoltre elevate centinaia di contravvenzioni, come sempre purtroppo spiccano i 22 soggetti sanzionati per il mancato uso dei sistemi di ritenuta, per loro è scattata una sanzione di 83 euro e 5 punti decurtati sulla patente di guida,  24 invece gli utenti contravvenzionati per l’uso del telefono cellulare durante la guida per questi 165 euro di sanzione e 5 punti decurtati,  queste 2 violazioni prevedono la recidiva, ovvero la sospensione della patente se si incorre nuovamente nella medesima infrazione nell’ arco del biennio. In uno dei servizi di contrasto alla velocità effettuati lungo la “Feltrina”, con apparecchiatura “Trucam”, telelaser di nuova generazione, un conducente è incappato nella sospensione della patente di guida perché viaggiava oltre i 100 km/h in centro abitato, ove vige il limite di 50 km/h, con evidente  pericolosità  per la sua ed altrui incolumità. Per lui anche una sanzione amministrativa di 544 euro. Il tutto ha portato al ritiro di 10 patenti di guida e alla decurtazione di centinaia punti e alcune migliaia di euro di sanzioni amministrative. La presenza, nei pressi dell’ospedale civile, di un dispositivo di controllo con ufficio mobile nella serata di martedì, in occasione di alcune iniziative mondane programmate in città e provincia ha destato molto interesse e curiosità nei numerosi passanti che hanno avvicinato gli agenti presenti sul posto instaurando un amichevole dialogo, con scambio di opinioni e  informazioni. L’ufficio mobile, viene utilizzato solitamente nei fine settimana,  per effettuare servizi mirati di controllo sull’uso di sostanze stupefacenti prima di mettesi alla guida ma,  considerato il periodo di ferie, i vari eventi ed iniziative mondane in calendario nella nostra città e provincia, verrà  utilizzato anche nei giorni infrasettimanali per garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada. Questi controlli proseguiranno senza indugio per tutto il periodo di fine estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

  • Guarisce dal Coronavirus e lancia un appello ai giovani: «Evitate la movida»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento