Cadavere ritrovato nel Piave, è l'imprenditore scomparso da Farra

Il fiume ha restituito la salma, ritrovata nell'alveo del fiume a pochi passi dalla centrale elettrica di Nervesa. Saranno autopsia ed esami scientifici a confermare che si tratta di Mauro Tomietto, il 55enne sparito nel nulla il 27 novembre scorso

Un'immagine delle recenti ricerche dell'imprenditore scomparso

Il cadavere di un uomo è stato trovato, poco prima delle 12 di oggi, mercoledì, a Nervesa della Battaglia nell'alveo del fiume Piave, a pochi passi dalla centrale elettrica. Sul posto, per il recupero della salma, sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso e i carabinieri di Montebelluna. L'ipotesi, ventilata in queste ore, è che il corpo possa essere quello di Mauro Tomietto, il 55enne imprenditore di Farra di Soligo, titolare del mobilificio "Da Rosso". L'uomo è scomparso nel nulla lo scorso 27 novembre. Dato lo stato del cadavere, in avanzato stato di decomposizione, sarà necessario effettuare un'autopsia e test scientifici per accertare se sia effettivamente di Tomietto il corpo rinvenuto a Nervesa della Battaglia. A suffragare la tesi che si tratti del 55enne è il riconoscimento effettuato nel pomeriggio da un parente dell'uomo.

Le ricerche dell'imprenditore, interrotte alcuni giorni fa dalla Prefettura di Treviso, si erano concentrate proprio nella zona di Nervesa della Battaglia, luogo in cui, il giorno seguente alla scomparsa del 55enne, venne rinvenuta la sua auto, una Citroen C3 nera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento