Lampi, tuoni e raffiche di vento: paura in tutta la provincia

Piante sradicate, Black out, allagamenti: e' quello che resta dopo il passaggio della perturbazione sulla Marca trevigiana. Un quarto d'ora di paura per l'improvviso nubifragio

Paura per i trevigiani, ieri pomeriggio. La perturbazione annunciata si e' abbattuta sulla Marca in modo inaspettatamente violento, creando disagi in tutto il territorio.

La giornata era iniziata pigramente, con il tipico cielo grigio autunnale, coperto ma non preoccupante, e si era mantenuta cosi' per tutto il pomeriggio. Poco dopo le 18 si e' scatenato l'inferno.

Forti raffiche di vento e sferzate di pioggia hanno frustato le citta' della Marca, accompagnate da fulmini e tuoni. Al centralino delle Polizie locali e dei Vigili del fuoco sono arrivate decine e decine di telefonate: alberi caduti, mancanza di elettricita', traffico in tilt.

Un fulmine,a Conegliano, ha colpito una centralina dell'Enel, lasciando la citta' al buio e destabilizzando la circolazione, impazzita senza i semafori. Situazione analoga a Vittorio Veneto.

A Santa Lucia di Piave una donna ha rischiato di rimanere uccisa da un albero che ha investito la sua automobile. Anche a Treviso il maltempo ha causato un incidente, allo svincolo di Castagnole, che ha paralizzato il traffico.

Non si contano gli interventi dei Vigili del fuoco e degli addetti comunali  per tagliare e rimuovere piante cadute in mezzo alla strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Puntuali anche gli allagamenti:  a Treviso sono finite sott'acqua la zona di Sant'Antonino, via Ca' Zenobio, zona Fra' Giocondo e il sottopasso di via Sarpi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

Torna su
TrevisoToday è in caricamento