Il sindaco di Treviso scrive una lettera a Chisso per sostenere i pendolari

Giovanni Manildo ha scritto a Renato chisso in merito alla bozza di orario dei treni che dovrebbe entrare in vigore a partire dal 15 dicembre

In foto l'assessore Chisso e il sindaco Manildo

Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha invitato una lettera all'Assessore regionale alla mobilità e alle infrastrutture Renato Chisso e alla Direzione Regionale del Veneto di Trenitalia, in merito alla protesta dei pondolari per la bozza di orario dei treni che dovrebbe entrare in vigore a partire dal 15 dicembre. Oltre alla tratta Treviso-Portogruaro, le segnalazioni riguardano anche le linee Treviso-Venezia e Treviso-Montebelluna.

LA LETTERA

"Ho ricevuto l’appello della portavoce di pendolari e studenti della tratta Treviso-Portogruaro nonché le segnalazioni dei nostri dipendenti che, unitamente ai dipendenti di altri Enti pubblici della città (Provincia, Ater, Guardia di Finanza, Genio civile, Università ecc.) esprimono la loro forte preoccupazione per la bozza di orario dei treni che dovrebbe entrare in vigore a partire dal prossimo 15 dicembre; oltre la tratta Treviso-Portogruaro, le segnalazioni riguardano anche le linee Treviso-Venezia e Treviso-Montebelluna.

Con riferimento alla tratta Treviso-Portogruaro, gli utenti segnalano che il servizio proposto è nettamente peggiorativo rispetto all’attuale, in particolare ci sono delle fasce orarie che risultano completamente scoperte (ora di punta della mattina dalle ore 6:43 alle 8:00, nel primo pomeriggio, dalle 13:25 alle 15:25, ma anche dalle 17:25 alle 19:25). Questo determina una serie di problemi per la gestione degli spostamenti.
Come Amministratore pubblico mi preme altresì evidenziare come il treno rappresenti la soluzione di trasporto via terra più economica e maggiormente rispondente alle sempre maggiori esigenze di tutela dell’ambiente dall’inquinamento. Di conseguenza la mia preoccupazione è che le disfunzioni possano determinare un minor utilizzo del sistema ferroviario ed un incremento del ricorso al mezzo proprio con evidenti riflessi sulla situazione dell’inquinamento ambientale già così critica nei nostri territori.
Ritengo pertanto di dover appoggiare le richieste dei pendolari delle tratte in questione, proprio in relazione a quanto esposto.
Auspicando che possano essere fatte scelte che vanno incontro alle richieste dei cittadini, porgo distinti saluti".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

Torna su
TrevisoToday è in caricamento