Droghe e farmaci, casi in aumento: anche shampoo e benzina

Il nuovo primario dell'istituto neuropsichiatrico Villa Napoleon di Preganziol: "Afflusso molto forte di pazienti con doppia diagnosi"

PREGANZIOL —"Negli ultimi anni si è registrato un afflusso molto forte di pazienti con doppia diagnosi: soggetti che assumono alcool, droghe o farmaci e manifestano patologie come i disturbi bipolari, schizofrenici, di personalità e disturbi affettivi (ansia e depressione)”. Lo ha reso noto il nuovo primario dell’istituto neuropsichiatrico Villa Napoleon di Preganziol, Franco Garonna. Ha 63 anni ed è già primario al centro di salute mentale dell’ospedale di Mestre. Garonna, che sostituirà Umberto Dinelli, alla guida dell’istituto da ben trent’anni, ha aggiunto che questi pazienti hanno un'età compresa tra i 20 e i 45 anni, in maggioranza sono donne, e in molti casi hanno iniziato a fare uso di sostanze in giovane età.

La tendenza a comportamenti tossico fili, quindi, è cresciuta. Complici di questo, sicuramente le condizioni sociali. “Ci sono persone che assumono qualsiasi cosa – continua il nuovo primario -, come lo shampoo, che contiene sostanza considerate appetibili, o addirittura chi annusa benzina o un copertone bruciato. In aumento anche l’acquisto di farmaci online.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per non parlare poi – aggiunge Garonna - delle sostanze da discoteca, che sono infinite e che costringono i servizi per le tossicodipendenze a rincorrere le nuove tendenze. Ci sono sostanze che si possono inalare, sniffare fumare, bere, o confezionare in forma di dolce”. “Alla base resta sempre, però, un grande disagio, e problemi personali e familiari – conclude  il primario - Non dimentichiamo che, dietro ai comportamenti violenti, si nasconde molto spesso l'assunzione di droghe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento