Ztl ci riprova: occupata l'ex sede della Filt Cgil a Treviso

"Siamo tornati! Gli spazi sociali non possono aspettare!!". Così gli attivisti del collettivo Ztl Wake Up hanno occupato venerdì mattina

Foto Ztl Wake Up (Fonte Facebook)

"Siamo tornati! Gli spazi sociali non possono aspettare!! Siamo sotto il cavalcavia della stazione". Così gli attivisti del collettivo Ztl Wake Up hanno occupato venerdì mattina all'alba l'ex sede della Filt Cgil a Treviso. Si tratta della decima occupazione portata avanti dai ragazzi, dopo l'ultima avvenuta qualche settimana fa all'ex caserma Salsa, finita con uno sgombero da parte delle forze dell'ordine e alcuni attimi di tensione in piazza dei Signori, davanti alla Prefettura. 

Gli attivisti hanno puntato agli ex uffici della Filt Cgil sotto il cavalcavia della stazione. "Aspettando il bando di Natale", hanno scritto su di uno striscione diretto al sindaco Giovanni Manildo che aveva promesso un bando per l'assegnazione di un luogo in cui riunirsi alle associazioni. I ragazzi hanno forzato la porta d'ingresso e sono entrati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento