Chiuse le indagini sull'omicidio del giovane moldavo a Villorba: scarcerato Rubin Xhika

Il 29enne albanese è ora agli arresti domiciliari. Su di lui sono caduti alcuni capi di imputazione, ma rimane quello del tentato omicidio di un amico della vittima

Rubin Xhika, il 29enne albanese 'complice' dell'omicidio del giovane moldavo Igor Ojovanu la notte del 30 settembre scorso a Fontane di Villorba, è uscito dal carcere per essere condotto agli arresti domiciliari. Come riportano i quotidiani locali, a seguito della conclusione delle indagini, nei suo confronti sarebbero caduti alcuni capi di imputazione, ma rimarrebbe comunque l'accusa del tentato omicidio di un amico della vittima, Ion Bagrin. Xhika è in ogni caso ancora accusato di lesioni personali aggravate in concorso materiale e morale con l'omicida di Igor, ossia il 27enne Florin Stingaciu che allo stato attuale ha la posizione più complicata, trovandosi ancora in carcere. Non solo però Stingaciu e Xhika sono al centro delle indagini, ma anche la 28enne Olga Novacov che è accusata di favoreggiamento per aver raccolto e ripulito dal sangue i coltelli usati dai due durante l'aggressione al gruppo di moldavi che stava festeggiando un addio al celibato.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

  • Scontro tra camion e un'auto, gravissima una 55enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento