Le assicurazioni auto finiscono nel mirino della polizia: controlli a tappeto

Si è conclusa nelle scorse ore la prima fase dell'operazione "Mercurio Eye Insurance", un progetto che ha interessato l'intero territorio nazionale con numeri molto interessanti

TREVISO E' giunta al termine nelle scorse ore l’operazione condotta dalla polizia di Stato, in collaborazione con la Questura di Treviso, denominata "Mercurio Eye Insurance". Si tratta di un progetto che ha interessato tutto il territorio nazionale, in cui sono stati controllati 400 mila autoveicoli al fine di verificarne la copertura assicurativa.

È durata una settimana questa prima operazione per il contrasto al fenomeno della circolazione di mezzi senza assicurazione. Fenomeno che origina spesso pericolosi episodi di pirateria stradale ai danni di altri utenti della strada: dopo l’incidente chi sa di non essere coperto dall’assicurazione si allontana senza prestare soccorso alla vittima, pensando di sfuggire alle conseguenze della propria azione, commettendo inoltre un reato ancor più grave.

La novità assoluta è stata l´impiego del tecnologico e rinnovato sistema Mercurio che, attraverso il collegamento diretto alla banca dati dell´ANIA, ha permesso ai poliziotti di effettuare controlli rapidi ed in tempo reale, anche durante il pattugliamento, sulle targhe dei veicoli in circolazione sulle principali arterie stradali e autostradali della nostra penisola. Durante gli accertamenti, in cui sono state sequestrate più di 2.000 auto per mancanza di assicurazione, non sono mancati episodi singolari, specialmente nelle regioni del Sud Italia. Sono state pochissime invece le sanzioni applicate in provincia di Treviso dove la maggior parte degli automobilisti fermati è sempre risultata in possesso di regolare assicurazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercato troppo affollato, scatta la chiusura per cinque giorni

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • Coronavirus: sette morti nella Marca, cinquanta in terapia intensiva

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Istruttore del Cai e lavoratore in cantina: Samuele muore a 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento