Nuova vittima della crisi: imprenditore agricolo di Altivole si suicida

Paolo Tonin, imprenditore agricolo di Altivole, si è tolto la vita impiccandosi nella propria azienda. Secondo la testimonianza della famiglia, l'uomo era soffocato dalle difficoltà economiche

Tragedia ad Altivole, molto probabilmente legata alla crisi economica. Stamattina Paolo Tonin, 53 anni, imprenditore agricolo, è stato trovato senza vita nella sua azienda di via Brioni.

L’uomo si è impiccato nel capannone attiguo alla sua abitazione, senza lasciare alcun biglietto di spiegazione. A fare la drammatica scoperta, il figlio di Tonin. I familiari sospettano che l’uomo sia stato spinto al gesto estremo dalla difficile situazione economica in cui versa l’impresa e della quale aveva parlato anche ad alcuni amici.

Nell’ultimo periodo, infatti, ai debiti si era aggiunta la siccità, che aveva compromesso il raccolto di asparagi. Disperato, Tonin aveva chiesto e ottenuto, qualche settimana fa, un incontro con il sindaco di Altivole, Silvia Rizzotto, per avere un aiuto.

"Questa crisi ci sta colpendo duramente tutti nell'indifferenza e nel disinteresse di chi può e deve fare qualcosa - commenta il presidente della Cna, Alessandro Conte - C'è tanta attenzione mediatica nei confronti degli imprenditori suicidi, ma nessuna risposta concreta ed efficace da parte degli interlocutori istituzionali ed economici, pur costantemente sollecitati dalle associazioni imprenditoriali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conte, che conosceva di persona l'agricoltore, dal quale si era recato sabato scorso, accusa: "Continuano a prenderci per vacche da mungere, mentre il Governo non riesce a mettere in campo politiche per la crescita, non taglia in modo drastico la spesa pubblica e in particolare i costi della politica per liberare risorse per l'economia, e mentre i partiti continuano a 'mangiare' sulle nostre spalle".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Scooter fuori strada: morto un 38enne, ferita una ragazza 21enne

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento