Precipita con il parapendio sul Monte Grappa: paura per un trentenne ungherese

Disavventura a lieto fine sul Monte Grappa dove, nella giornata di sabato 12 maggio, un trentenne ungherese è rimasto impigliato nei boschi di Crespano con il suo parapendio

Foto d'archivio

CRESPANO DEL GRAPPA Verso le 12.30 di sabato 12 maggio il Suem 118 è stato allertato per un parapendio precipitato tra gli alberi in località Madonna del Cogolo sul Monte Grappa.

Sul posto è stata subito inviata una squadra del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, in attesa dell'arrivo dell'elicottero di Treviso emergenza. Individuata la vela, sospesa a una ventina di metri da terra, i soccorritori si sono arrampicati sugli alberi del bosco e hanno calato al suolo il pilota, P.V., trentenne ungherese rimasto incastrato durante una discesa con il suo parapendio. Recuperato con un verricello di cinquanta metri, il ragazzo è stato trasportato in un punto dove il medico lo ha visitato in via precauzionale. Fortunatamente non aveva riportato conseguenze. Il trentenne è così potuto rientrare in autonomia senza bisogno d'essere ricoverato in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento