Precipita con il parapendio sul Monte Grappa: paura per un trentenne ungherese

Disavventura a lieto fine sul Monte Grappa dove, nella giornata di sabato 12 maggio, un trentenne ungherese è rimasto impigliato nei boschi di Crespano con il suo parapendio

Foto d'archivio

CRESPANO DEL GRAPPA Verso le 12.30 di sabato 12 maggio il Suem 118 è stato allertato per un parapendio precipitato tra gli alberi in località Madonna del Cogolo sul Monte Grappa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto è stata subito inviata una squadra del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, in attesa dell'arrivo dell'elicottero di Treviso emergenza. Individuata la vela, sospesa a una ventina di metri da terra, i soccorritori si sono arrampicati sugli alberi del bosco e hanno calato al suolo il pilota, P.V., trentenne ungherese rimasto incastrato durante una discesa con il suo parapendio. Recuperato con un verricello di cinquanta metri, il ragazzo è stato trasportato in un punto dove il medico lo ha visitato in via precauzionale. Fortunatamente non aveva riportato conseguenze. Il trentenne è così potuto rientrare in autonomia senza bisogno d'essere ricoverato in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento