Parcheggiava con il permesso disabili della suocera morta, sorpresa 35enne trevigiana

L'assessore Grigoletto,"Cominciamo a raccogliere i primi risultati, come annunciato il 2016 sarà l'anno della lotta ai 'furbetti'"  

TREVISO Durante un controllo finalizzato al corretto utilizzo dei contrassegni disabili, gli operatori del nucleo operativo hanno sorpreso il comportamento di una 35enne di Treviso. La donna si era abituata a lasciare comodamente la sua minicar nelle vicinanze di un negozio, usufruendo delle facilitazioni alla sosta riservate ai disabili. Ieri mattina la 35enne è stata pizzicata dagli agenti di polizia locale mentre parcheggiava su spazio disabili nella zona universitaria di Treviso, esponendo in bella vista il contrassegno invalidi della suocera defunta ben tre anni fa. La donna è stata sanzionata ed il permesso ritirato definitivamente. 

Proseguono così i controlli della polizia locale, finalizzati alla prevenzione di comportamenti scorretti legati all'utilizzo dei contrassegni per i disabili. Questi accertamenti, incontrano le segnalazioni avanzate dalle associazioni trevigiane a difesa dei diritti dei portatori di handicap. In alcuni casi infatti tali contrassegni, non vengono impiegati al servizio della mobilità delle persone disabili, bensì a vantaggio di persone diverse dal titolare, non autorizzate all'uso. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento