Parcheggiava con il permesso disabili della suocera morta, sorpresa 35enne trevigiana

L'assessore Grigoletto,"Cominciamo a raccogliere i primi risultati, come annunciato il 2016 sarà l'anno della lotta ai 'furbetti'"  

TREVISO Durante un controllo finalizzato al corretto utilizzo dei contrassegni disabili, gli operatori del nucleo operativo hanno sorpreso il comportamento di una 35enne di Treviso. La donna si era abituata a lasciare comodamente la sua minicar nelle vicinanze di un negozio, usufruendo delle facilitazioni alla sosta riservate ai disabili. Ieri mattina la 35enne è stata pizzicata dagli agenti di polizia locale mentre parcheggiava su spazio disabili nella zona universitaria di Treviso, esponendo in bella vista il contrassegno invalidi della suocera defunta ben tre anni fa. La donna è stata sanzionata ed il permesso ritirato definitivamente. 

Proseguono così i controlli della polizia locale, finalizzati alla prevenzione di comportamenti scorretti legati all'utilizzo dei contrassegni per i disabili. Questi accertamenti, incontrano le segnalazioni avanzate dalle associazioni trevigiane a difesa dei diritti dei portatori di handicap. In alcuni casi infatti tali contrassegni, non vengono impiegati al servizio della mobilità delle persone disabili, bensì a vantaggio di persone diverse dal titolare, non autorizzate all'uso. 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento