Pensionato invalido maltrattava trans a colpi di catena: indagato

Lesioni personali aggravate, estorsione e favoreggiamento della prostituzione. A essere indagato è un pensionato invalido di San Fior, che avrebbe gestito un giro di trans

È indagato un pensionato invalido di 63 anni di San Fior. Le accuse a suo carico sono di lesioni personali aggravate, estorsione e favoreggiamento della prostituzione.

Secondo quanto riferito dalle vittime, il pensionato gestiva un gruppo di sei transessuali, che si prostituivano sui marciapiedi di Nervesa della Battaglia. L’uomo accompagnava i trans nelle loro zone di lavoro e in cambio del servizio di trasporto avrebbe preteso una percentuale sui loro guadagni.

Ancora secondo il racconto delle vittime dei maltrattamenti, i tentativi di ribellione venivano puniti con percosse a colpi di catena.

I fatti risalgono ad un arco di tempo compreso tra l’agosto 2010 e il dicembre 2011. A sporgere denuncia sono stati due dei transessuali sfruttati, che in seguito alle percosse si erano dovuti rivolgere al pronto soccorso.

Dopo gli accertamenti condotti dai Carabinieri e su ordinanza del Gip di Treviso, il pensionato si trova ora agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento