Treviso: Acampora lancia la raccolta firme per la messa in sicurezza della zona stadio

Raggiunta già quota 150 firme, ma la raccolta è ancora in corso e l'esponente di Fratelli d'Italia conta di protoccollarla entro maggio superando le 200 sottoscrizioni

TREVISO Una raccolta firme per la messa in sicurezza dell'intera zona circostante lo stadio "Tenni". E' la richiesta che il consigliere comunale d'opposizione Davide Acampora sta portando avanti insieme ai residenti del complesso condominiale TV64 (curva stadio). Raggiunta già quota 150 firme, ma la raccolta è ancora in corso e l'esponente di Fratelli d'Italia conta di protoccollarla entro maggio superando le 200 sottoscrizioni. 

"I residenti del condominio mi hanno contattato un paio di mesi fa perché esasperati dalla situazione, - afferma Acampora - chiedendomi di appoggiarli in questa raccolta firme da presentare al Sindaco, all'assessore alla Sicurezza e a quello dei lavori Pubblici; Le richieste spaziano da interventi su vari settori appunto dalla sicurezza, al decoro ma anche alla viabilità. Gli abitanti mi hanno comunicato che ancora a  novembre 2016 hanno avuto degli incontri con l'assessore Ofelio Michielan, con dei tecnici e con la Mobility manager Mingardo, ma poi nessuno si è più fatto sentire. Conoscendo il mio temperamento battagliero - continua Acampora -  i cittadini mi hanno appunto contattato, sperando che almeno io potessi aiutarli".

"I residenti sono esasperati e da questo documento potete capire quali sono le istanze che chiedono al Comune. Questo documento è appoggiato anche da Alessandro Meo, amministratore del condominio TV64, che si sta occupando della distribuzione dei moduli che non sono solo esclusivi dei residenti ma raccolgono anche le firme dei frequentatori del condominio quali parenti, amici e tutti coloro che hanno a che fare con la zona tra via Piave e via Siora Adriana del Vescovo. Nel modulo infatti è specificato anche la qualifica della persona che firma, in modo da indicare inequivocabilmente chi vuole metterci la faccia per chiedere al Comune la messa in sicurezza di quella zona. Io come Consigliere comunale - conclude Acampora - ho il dovere di sostenere le stanze di questi cittadini perché sono consapevole della pericolosità e della precarietà di quella zona teatro spesso di episodi criminosi, risse, spaccio e furti. Considerate che il TV64 ha già fatto tutto il possibile per la sicurezza, ingaggiando i Rangers e blindando di telecamere la loro proprietà privata condominiale, ma adesso non possono fare altro perchè si tratterebbe di agire su territorio pubblico e quindi chiedono al Comune di concludere quanto loro non possono fare per legge". 

Qui di seguito viene riportato il testo integrale della raccolta firme promossa dal consigliere Acampora.

RACCOLTA FIRME PER CHIEDERE LA MESSA IN SICUREZZA DELL'INTERA ZONA CIRCOSTANTE LO STADIO "O. TENNI" 

Noi sottoscritti liberi cittadini residenti nella zona limitrofa allo stadio "O. Tenni", con la seguente raccolta firme siamo a chiedere all'Amministrazione comunale di Treviso un intervento rapido e puntuale per la messa in sicurezza dell'intero quartiere dal punto di vista della VIABILITA', DELL'ILLUMINAZIONE e della VIDEOSORVEGLIANZA. Come noto, infatti, gli interventi di noi privati cittadini che fino ad ora sono stati attuati risultano ancora insufficienti al fine di garantire all'intero circondario un normale livello di ORDINE e SICUREZZA. Infatti, i limiti posti dalle competenze tra pubblico e privato ne impediscono un ulteriore sviluppo.

In particolare, CHIADIAMO di VALUTARE e IMPLEMENTARE le seguenti PROPOSTE:

1. Intervenire sulla CIRCOLAZIONE VIARIA, al fine di rendere meno congestionata e PERICOLOSA la viabilità sul piazzale antistante il condominio Tv 64 ( n° civici 13 -15- 17- 19).

2. Intervenire sull'ILLUMINAZIONE, ammodernando l'attuale tecnologia (caratteristica degli anni sessanta/settanta) con un'altra più efficiente e meno costosa a LED, indispensabile soprattutto per consentire una migliore realizzazione dell'intervento descritto al successivo punto numero 3 e pure per una migliore visibilità notturna.

3. Intervenire sulla VIDEOSORVEGLIANZA PUBBLICA, ponendo delle telecamere sul fascio di luci corrispondente alla curva di viale BIXIO; ciò consentirebbe una COMPLETA SORVEGLIANZA delle aree circostanti, sia in ordine di traffico ma altresì per monitorare meglio le presenze (oggetto spesso di intervento delle forze dell'ordine).

Per tutti noi residenti della suddetta zona, questi interventi risultano di FONDAMENTALE importanza; pertanto ci auguriamo che codesta Amministrazione comunale si adoperi quanto prima per dare seguito alle istanze espresse dai sottoscritti cittadini. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Stop ai pesticidi: in migliaia alla marcia di protesta da Cison di Valmarino a Follina

    • Economia

      I soci della Bcc Prealpi decidono di aderire al Gruppo Cassa Centrale di Trento

    • Incidenti stradali

      Auto contro camper a Bosco di Vidor: due persone ferite nello scontro

    • Politica

      Congresso Lega Nord Treviso: Dimitri Coin confermato segretario provinciale

    I più letti della settimana

    • Dosson, precipita da un tetto, operaio 34enne muore sul colpo

    • A Carbonera le nozze tra la star di Hollywood Jessica Chastain e Gian Luca Passi

    • Scontro tra due camion a Sernaglia: un morto e due feriti

    • Gara d'auto clandestina nella notte: muore un uomo, il pirata della strada era trevigiano

    • Tragedia a Paderno del Grappa, 45enne si toglie la vita

    • Rischia di morire soffocato, un negoziante invece di aiutarlo lo caccia dal locale

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento